RASSEGNA STAMPA
ULTIME NEWS
regenera research group for aging intevention su hello monaco.
grande successo della session di regenera rg al congresso internazionale di medicina antiaging di montecarlo. grande successo del cronofasting integrato al congresso di montecarlo.
a circa un anno dal debutto del suo cronofasting integrato, il dott.ascanio polimeni ha presentato una relazione sui vari meccanismi d'azione del cronofasting integrato.
Ti trovi in Medicina Antiaging,Antiaging,Menopausa,Andropausa,Ormoni Bioidentici | Piu' sprint alla memoria

Piu' sprint alla memoria

21/01/2006

Più sprint alla memoria
Esistono persone che non hanno bisogno dell¹agenda: numeri di telefono, appuntamenti e compleanni sono saldamente ancorati nella memoria. La maggior parte di noi comuni mortali, invece, senza fogli e bigliettini si sente persa, e rischia di lasciare per strada anche i figli. Se rientri in questa categoria di ³smemorate², non ti arrendere: con qualche esercizio e gli alimenti giusti riuscirai a scendere dalle nuvole.
Aumenta le tue capacità. «Il cervello ha molti sistemi per archiviare le informazioni, e diversi ³cassetti² in cui riporle», spiega Ascanio Polimeni, specialista in psiconeuroendocrinologia. «La memoria ³breve² aiuta a ricordare informazioni ³a termine², e risiede nell¹ippocampo. Quando i dati devono essere conservati a lungo, vengono trasferiti nella corteccia prefrontale, ed entrano a far parte della memoria vera e propria». Ma ognuno di noi ricorda cose diverse. C¹è chi ha più memoria visiva (in genere le donne), chi è portato a registrare informazioni udite o ripetute a voce, chi ha memoria spaziale e perde difficilmente la strada... hai indovinato, è più sviluppata negli uomini.
Le capacità mnemoniche dipendono, in parte, dal tuo patrimonio genetico e dagli ormoni. Ma anche le tue abitudini contribuiscono molto al loro sviluppo. Leggi, qui a fianco, come tenere la memoria in forma, e segui la dieta (fondamentale) messa a punto dalla dottoressa Diana Scatozza, dietologa.


BOX
Allenati col brain fitness
l Per avere una memoria da elefante la regola numero uno è: non lasciarla mai intorpidire. «Fai esercizio, sempre», ammonisce il dottor Ascanio Polimeni. «Scegli un¹attività che ti piace, e sforza la tua memoria: puoi provare a leggere, o a ripetere le formazioni delle squadre, o ancora a scrivere e ricordare poesie. L¹importante è che non smetti mai di fare degli sforzi intellettuali».
l Anche i giochi possono servire a questo scopo. «Ti piacciono le carte? Datti al bridge!», suggerisce l¹esperto. «Se ami le parole crociate, comprale spesso. Oppure buttati sui giochi alla moda ma ³intelligenti², come il sudoku, oppure il kakuru, il nuovo puzzle matematico».
l Anche alcuni sport favoriscono lo sviluppo della memoria. «Scegli le discipline che aumentano le capacità di concentrazione, come lo yoga, o il tai chi», dice Polimeni. «Tre gli sport all¹aperto, prova il golf».
l Infine, bisogna tenere conto che anche la mente più attiva e lucida del mondo ha pur sempre le sue preferenze. «Perché riesci a ricordarti nei dettagli un film che ti è piaciuto, ma non sai nulla della pellicola che ti ha annoiato?», chiede il dottor Polimeni. «È semplice: la capacità di concentrazione funziona meglio se l¹argomento ti appassiona». È la componente emotiva, una variabile importante ma, ahimè, difficile da ³pilotare².